FANTASMI

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso

FANTASMI

Messaggio  Fabius il Sab Lug 25, 2009 4:46 pm

FANTASMI



Fantasmi... Anime dannate di non vivi che vagano in cerca di riposo? Immagini di uomini del futuro che esplorano il passato della storia? Viaggiatori da altre dimensioni? Frutto della nostra fantasia? Anime sospese in un limbo, in una dimensione a noi ancora sconosciuta? Immagini di un passato che è stato, troppo forte e colmo di intense emozioni perché possa essere cancellato dal tempo? Ciò che rimane di coloro che non vorrebbero più lasciare questo mondo? Magari perché non hanno ancora risolto certe faccende... Spiriti di persone morte di morte violenta? Cosa sono i fantasmi? Molte sono le ipotesi. Difficile è dare una risposta sicura...

Migliaia sono le storie tramandateci dalle tradizioni locali e migliaia le forme che questi esseri assumono a seconda del posto in cui si trovano, delle tradizioni e del tempo. Sicuramente i più famosi fantasmi sono quelli legati alla Gran Bretagna, che da sempre è stata la loro patria. Numerosi sono quelli della Torre di Londra, il luogo dove nel medioevo venivano rinchiusi i prigionieri politici e che dal settecento è meta delle loro visite.

Il primo fantasma avvistato fu quello di Tommas Becket, nel 1241, il quale venne assassinato nella cattedrale di Canterbury settantuno anni prima. Successivamente fu (ri)vista Anna Bolena, seconda delle sei mogli di Enrico VIII e spirito avvistato più di frequente. Ella regnò 1000 giorni, dopodiché venne decapitata dal re, che se ne voleva sbarazzare.

Il suo corpo senza testa fu avvolto in un fagotto, messo in una vecchia cassa e seppellito nella cappella della Torre di San Pietro in Vincoli. Da allora numerose guardie giurarono di averla vista, anche sotto corte marziale. Ma ella non infesterebbe solo la torre. Ogni anno all'anniversario della sua morte il suo corpo decapitato viene visto arrivare su un cocchio a Blickling Hall, la sua casa natale nel Norfolk. Il suo spirito, ogni volta che viene rivisto nella torre, è inoltre portatore di sciagure, specialmente in occasione di altre esecuzioni. Questo sarebbe un chiaro esempio di una persona morta e che si rifiuta di lasciare questo mondo, continuando a vivere le proprie abitudini. Oppure, potrebbe trattarsi della visualizzazione di avvenimenti così traumatici da rimanere impressi nella "pellicola della storia", come l'assassinio della regina. Si dice che per poterla decapitare, il boia fu costretto ad inseguire la donna per tutto il palazzo regale. Con un pò di immedesimazione potremmo metterci nei panni della Bolena e capire quale dramma abbia dovuto subire in quei momenti di terrore. Potrebbe quasi sembrarci evidente che un tale scena abbia potuto imprimersi così profondamente tanto da potersi ripetere ancora in determinati momenti. Il velo spazio-temporale potrebbe essere stato scosso duramente dalle forti emozioni di quella donna, tanto da lacerarsi irrimediabilmente. La storia, inciamperebbe in quella lacerazione e continuerebbe a ripetersi come un disco che si incanta. Ma si tratterebbe solo di immagini, suoni, visioni... niente di tangibile. Tragedie immortali o comunque impossibili da cancellare dai ricordi della storia dell'umanità.

- QUANDO SI POSSONO VEDERE I FANTASMI?

- SOLSTIZIO: Punto dell'eclittica in cui il Sole raggiunge il punto più distante dall'equatore e sembra fermarsi nel suo moto annuo. Vi sono due solstizi: il

SOLSTIZIO D'ESTATE (21 giugno) che segna l'inizio dell'estate appunto e il SOLSTIZIO D'INVERNO (21 dicembre), l'inizio dell'inverno.

- EQUINOZIO: Il momento in cui il Sole apparentemente interseca l'equatore celeste, in modo che la durata tra il giorno e la notte sia uguale ovunque sulla Terra. Vi sono due equinozi: l'EQUINOZIO DI PRIMAVERA (21 marzo), che segna l'inizio della primavera e l'EQUINOZIO D'AUTUNNO (23 settembre), l'inizio dell'autunno, periodo in cui si dice che "muore ciò che è destinato a morire e vive ciò che è destinato a sopravvivere".

Ma non è tutto. Secondo me, dovremmo prendere in considerazione altri giorni particolari dell'anno, come possibili momenti in cui il confine tra i due mondi può assottigliarsi momentaneamente ulteriormente. Si tratta di alcune "feste" pagane, delle antiche religioni celtiche o wiccane attuali. Si tratta di:

- SAMHAIN, che corrisponde al nostro celebre HALLOWEEN (31 ottobre / 1 novembre): Nel calendario cristiano è la festa di Ognissanti, da molti considerata un momento adatto per l'evocazione delle potenze più oscure. In questo momento, i confini tra i due mondi si assottigliano ed è possibile entrare in contatto con Spiriti Elementari; è anche il momento in cui è più possibile sognare ed avere visioni.

- BELTANE (30 aprile / 1 maggio): Nel calendario antico è Calendimaggio o "Notte di Walpurga". I maghi neri considerano questo momento dell'anno favorevole a operazioni di malefici ed evocazioni demoniache e negromantiche ma, non so perché, questo periodo mi convince meno degli altri per quanto riguarda il nostro fine.

Voi che ne pensdate dei fantasmi? Ne avete mai avvistato uno o sentito la loro presenza vicino a voi?
Raccontate le vostre storie riguardo i fantasmi, dalle storie paurose che si racconterebbero tra amici durante un campeggio notturno nel bosco intorno a un bel fuoco alle storie vere che si tramandano tramite le generazioni nei paesi.
Ragazzi dite la vostra.
avatar
Fabius
Admin
Admin

Numero di messaggi : 44
Data d'iscrizione : 25.07.09
Età : 27

Vedi il profilo dell'utente http://nascondiglioperfetto.forumattivo.com

Tornare in alto Andare in basso

Re: FANTASMI

Messaggio  ikariaki il Sab Dic 19, 2009 7:47 pm

Io ci credo a queste cose, sono convinta che alcune persone quando muoiono, magari di una morte violenta o improvvisa, rimangano tra i vivi o comunque lasciano una traccia di loro, stando alle ricerche che ho fatto pare che la maggior parte dei fantasmi che infestano i luoghi non sappiano di essere morti.. perciò continuano a stare in luoghi che per loro hanno significato qualcosa in vita oppure quelli consapevoli alcune volte appaiono di prposito alle persone.. io ho sentito una storia che pare sia vera, successa qualche tempo fa dalle mie parti: Una notte un ragazzo stava tornando a casa da una discoteca vicino Nardò, pioveva e mentre usciva dal parcheggio ha visto una ragazza sotto la pioggia che cercava di ripararsi, lui si ferma e le chiede se voleva un passaggio e lei accetta, durante il tragitto parlano e scherzano tranquillamente, una volta arrivati a Nardò, il ragazzo le chiede dove la deve lasciare, lei le dice di lasciarla vicino al cimitero dato che abita lì vicino, una volta arrivati il ragazzo si offre di accompagnarla con l'ombrello ma la ragazza rifiuta e corre via spparendo nell'oscurità, il ragazzo torna a casa e si accorge che la ragazza aveva dimenticato un'agenda sul sedile, lui la prende deciso di riportargliela il giorno seguente, sarebbe stata una buona scusa per rivederla, il mattino seguente una volta giunto all'abitazione indicata dall'indirizzo si accorge che è molto lontana dal cimitero, il ragazzo comunque decide di suonare il campanello e ad aprire la porta è una donna, egli capisce che doveva essere la madre e gli racconta cos'è successo la sera precendente mostrandogli l'agenda, la donna terrorizzata scoppia a piangere, e dice al giovane che sua figlia era morta 10 anni prima e che l'agenda era stata messa con lei nella bara.. il ragazzo rimase scioccato ma continuò ad affermare ciò che aveva visto, i poliziotti pensavano che avesse immaginato tutto ma dopo parecchie insistenze li convinse ad aprire la bara della ragazza e lì ci fu l'agghiacciante scena, il corpo della ragazza era rimasto intatto nonostante fossero passati 10 anni ed era tutto bagnato... il ragazzo da quel giorno incominciò ad avere seri problemi mentali e fu ricoverato in ospedale psichiatrico ma non si riprese mai più..
Ora, io sono sicura che molti non credono a queste cose e pertanto non sarà questa storia a cambiare la loro opinione ma comunque invito a riflettere sul fatto che magari non tutto ciò che sentiamo sia frutto della fantasia, forse sentire tutte le stupidaggini che raccontano ci hanno reso chiusi ad ogni cosa al di fuori della normalità.. io da persona che crede ad alcune di queste apparizioni come questa posso fare alcune riflessioni. Forse la ragazza ha lasciato volontariamente l'agenda in modo da lasciare un messaggio, come per dire "sono ancora qui", o magari voleva solamente trascorrere una serata come quando era in vita chiacchierando e scherzando come se niente fosse con un ragazzo.. a volte i morti non si vogliono staccare dalla vita più di quanto noi abbiamo paura della morte..
avatar
ikariaki
moderatore
moderatore

Numero di messaggi : 29
Data d'iscrizione : 26.07.09

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto

- Argomenti simili

 
Permessi di questa sezione del forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum